14 | 11 | 2019

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Referendum Elettorale - 1999

18 aprile 1999: Referendum Abrogativo

Per modificare il modo di assegnazione del 25% dei seggi ripartiti con il metodo proporzionale (legge Mattarella o "Mattarellum"), destinando questa quota di seggi ai "migliori secondi arrivati" nei collegi uninominali.

>> Approfondimenti   Risultato:  
>> Interventi   Votanti: --.---.---
Sì: --.---.---

No: --.---.---
= 49,6% - Referendum non valido


È fatta!!!
votanti 49,6%

Con questo importante risultato si chiude l'attività di queste pagine. Pagine che verranno comunque lasciate in linea a testimonianza di questa importante fase politica conclusasi, almeno per ora, con la sconfitta di ogni deriva plebiscitaria.
In pochi anni il fronte del Sì ha perso milioni di consensi: nel '93, infatti, votarono Sì per il referendum elettorale maggioritario circa 29 milioni di elettori, cifra più che sufficiente per raggiungere il quorum. È allora evidente che la prima domanda da porsi è che fine abbia fatto questo largo consenso per il maggioritario; e la prima conclusione da trarre dal risultato odierno è che - con un gesto politico forte, con un voto di astensione imprevedibile soltanto pochi mesi fa - l'elettorato ha detto NO alle semplificazioni maggioritarie, ha detto No ad un modello di democrazia non partecipata e plebiscitaria, ha detto No ad un modello bipolare coatto dove o si prende quello che passa il convento o ci si butta dalla finestra. La battaglia per la difesa degli spazi di democrazia è però ancora lunga e l'invito è quindi quello di non mollare.

Referendum elettorale: delle buone ragioni per un'astensione motivata

Referendum elettorale e lesione dei diritti fondamentali
Il primo dato che emerge dalle intenzioni dichiarate dei favorevoli al "referendum Segni" (assegnazione del 25% dei seggi ai "migliori perdenti secondi arrivati nei collegi uninominali" e non più attraverso la ripartizione proporzionale), è l'ostinata convinzione che la trasformazione istituzionale debba proseguire accentuando ulteriormente il processo di semplificazione bipolare del quadro politico italiano; processo che non si ferma alla sola legge elettorale, ma che già ora si pone come premessa per l'introduzione della forma di governo presidenziale.

Leggi tutto...

Bestiario Politico

Leggi tutto...

Sottocategorie



copertina-legge elettorale
 
III-IV edizione - aprile 2014

 di Franco Ragusa

Versione PDF libera