19 | 11 | 2018

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Referendum Art. 18 - 2003

15 giugno 2003: Referendum Abrogativo - estensione dell'art. 18 a tutti i lavoratori

Reintegrazione dei lavoratori illegittimamente licenziati: abrogazione delle norme che stabiliscono limiti numerici ed esenzioni per l'applicazione dell'art. 18 dello Statuto dei lavoratori


Risultato:

>>
Approfondimenti
Votanti: 11.729.372
Sì: 10.245.809
No: 1.483.563
= 25,7% - Referendum non valido



Nonostante tutto, la matematica non è un'opinione

Le forze politiche contrarie all'estensione dell'art. 18 Che il quorum non sia stato raggiunto, ai livelli più bassi di partecipazione, è un dato di fatto che deve certamente invitare a riflettere chi ha promosso l'iniziativa.

Premesso ciò, sarebbe poco serio liquidare la questione senza tentare di analizzare i risultati in ogni caso conseguiti.
Non può sfuggire, infatti, che nonostante l'invito al boicottaggio sia venuto anche dai maggiori vertici dell'Ulivo, ben 10.245.809 elettori hanno deciso lo stesso di andare a votare e votare sì.
Se teniamo presente che alle ultime elezioni politiche l'Ulivo, con una ben più ampia partecipazione al voto, ottenne consensi per 12.885.150 elettori, Rifondazione 1.859.492, Di Pietro 1.437.329, forse il dato degli oltre 10 milioni di elettori che non hanno seguito gl'inviti di Fassino, Rutelli, Boselli, ecc. dovrebbe stimolare più di qualche riflessione.

Se poi la matematica diventa un'opinione per il solo fatto che non si è raggiunto il quorum, allora possiamo dire che in politica tutte le favole diventano possibili, come il non voler ammettere, per il referendum sull'art. 18, che la base elettorale di centro-sinistra si sia chiaramente espressa, in larghissima maggioranza, in modo diverso da quello che gli eletti le raccomandavano.
La partita, quindi, è soltanto formalmente chiusa, in quanto rimane da sanare l'evidente frattura, tra elettori ed eletti, che si è manifestata con il referendum del 15 giugno.
Sempre che, come sempre! accade, non si voglia far finta di nulla.