Assenza di sindacato preventivo, una grave lacuna

Categoria: Lettere e risposte
Pubblicato Martedì, 21 Gennaio 2014 19:25
Scritto da www.riforme.info
Totalmente concorde con l'ultimo editoriale.
Confesso che - dopo aver valutato la nota recente pronuncia della Corte Costituzionale, la quale nonostante tutto ha pur dovuto ritenere "legittimato" l'attuale Parlamento - già avevo considerato come fosse una situazione assurda quella secondo cui il controllo di costituzionalità può  inevitabilmente avvenire assai dopo che i buoi sono già fuggiti dalla stalla (rectius, dopo che i maiali sono scappati dal "porcellum"). Per una legge fondamentale, tanto fondamentale e gravida di effetti, dovrebbe essere consentito un controllo preventivo, e qui i Costituenti hanno lasciato forse una grave lacuna.

 
A prescindere, inoltre, da ogni altra motivazione, la circostanza che la soglia diversa - del 5 o dell'o8 per cento- prevista se la lista corra in modo autonomo, oppure nel gregge, viola apertemente un principio di uguaglianza tra i cittadini elettori ed è fortemente irragionevole, perchè il cittadino, che dissente a tal segno da non poter confluire sull'uno o sull'altro partito "di massa", viene penalizzato nei confronti del cittadino che ingiustamente si piega, assimilando il suo voto a quello di un orientamento maggioritario per ottenere una qualche rappresentanza in Parlamento, che al primo elettore è negata radicalmente.
 
Cordiali saluti, Giovanni Casciaro