25 | 03 | 2019
Ultimi Editoriali
Ultimi inserimenti in Dir. Pubblico

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Premio di maggioranza e astensione

Salve,
vorrei avere cortesemente maggiori informazioni sul modo come rifiutare la scheda elettorale.
Mia intenzione era quella di annullare la scheda - visto che nessuna delle coalizioni è per me in grado di governare questa difficile epoca in cui ci troviamo - ma ho saputo che le schede annullate vengono conteggiate nel premio di maggioranza.
Potreste gentilmente spiegare meglio cosa vuol dire rifiutare la scheda? Io sarei molto interessata a farlo ma non ho capito bene come fare.
Grazie

 
Prima una precisazione: è errato affermare che le schede nulle vengano conteggiate nel premio di maggioranza.
L'attuale legge prevede un premio di maggioranza, sino al conseguimento del 55% dei seggi alla Camera (al Senato il premio viene calcolato su base regionale), per la lista o la coalizione che prende più voti, tenuto conto dei soli voti validamente espressi.
Gli unici limiti che le liste o le coalizioni debbono superare sono le soglie di sbarramento che alla Camera corrispondono al 4% per le liste; al 10% per le coalizioni.
In altre parole, sia che lei voti un partito che non arriverà primo, o sia che annulli la scheda o che non la ritiri, il primo arrivato si vedrà comunque assegnare il 55% dei seggi, purché, appunto, abbia ottenuto oltre il 10% dei voti validi se Coalizione; oltre il 4% dei voti validi se Lista.
Siamo di fronte a valori percentuali così bassi, quindi, ai fini dei requisiti per poter accedere al premio di maggioranza per la lista o la coalizione con più voti, che nel decidere di astenersi, laddove non si ha comunque l'intenzione di votare le uniche due formazioni con reali possibilità di vittoria finale, si possono dormire sonni tranquilli liberi da ogni peso sulla coscienza.

Per quanto riguarda la proposta di non ritiro o restituzione della scheda, come già scritto, si tratta di un tipo di iniziativa non nuova. Si tratta soltanto di calibrare le motivazioni, che non mancano, alla situazione attuale.
Come già fatto nel 2001, sarà a breve possibile trovare sul sito un vademecum di comportamento da tenere nei seggi.
Non prevedendo particolari differenze da quanto già fatto nel 2001, nel frattempo la invito ad approfondire la questione alla pagine: Elezioni 2001: Iniziative contro la violazione della legge elettorale sull’uso dei contrassegni.

Cordiali saluti