La BCE rilancia: accorpamento delle Province unico vero taglio dei costi della politica

Pubblicato Domenica, 29 Aprile 2012 17:40
Scritto da www.riforme.info
Premesso che i mangia pane a tradimento che al momento OCCUPANO il Parlamento non sono minimamente degni di mettere mano all'eredità lasciataci dai Costituenti;
premesso che i Costituenti, tenuto conto di alcune situazioni particolari, non si erano minimamente sognati di creare venti inutili doppioni dello Stato centrale quali sono ora le Regioni;
premesso che si è arrivati a questi 20 doppioni con le modifiche al Titolo V della Costituzione, approvate nel 2001 e confermate da un referendum votato da 4 gatti nella disinformazione più totale;
premesso che un buon decentramento amministrativo può essere realizzato, in prima istanza, soltanto dagli enti più vicini e realmente a contatto con i cittadini, e cioè i Comuni e le Province prima ancora che le Regioni;
PREMESSO TUTTO CIÒ:
ma come diavolo si permette, la BCE, di mettere bocca su come debbono essere disegnate le Province italiane?