08 | 12 | 2019

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Ricorso contro il Porcellum: un’altra buona notizia dal TAR

Il Tar del Lazio, seconda sezione bis di Roma, la stessa che si sta occupando del ricorso 651/2013 contro il Porcellum, ha pubblicato la sentenza con la quale ha sì dichiarato “improcedibile per sopravvenuta carenza d’interesse” il ricorso con il quale era stata avanzata la richiesta di fissare prontamente le elezioni regionali per il Lazio, ma ha, al tempo stesso, trasmesso la copia degli atti alla Procura e alla Corte dei Conti per la possibile sussistenza di illeciti di natura penale o amministrativo-contabile della vicenda.
Per i ricorrenti contro il Porcellum si tratta, ovviamente, di una notizia che fa ben sperare.
 
Il rischio”, infatti, ha commentato il ricorrente principale, Franco Ragusa, “che il Tar del Lazio possa, ad elezioni svolte, dichiarare il ricorso improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse, l’abbiamo messo in conto, ma riteniamo pure che le argomentazioni portate al Tar siano tali da scongiurare questo rischio.
Ma anche in questo caso” viene sottolineato “l’obiettivo del ricorso, far arrivare la questione di illegittimità costituzionale alla Consulta, verrebbe lo stesso raggiunto laddove il Tar adottasse una decisione analoga a quella presa ieri sul ricorso contro i ritardi nell’indire le elezioni regionali da parte della Presidente Polverini.
Pertanto” prosegue Ragusa, “dopo aver già superato lo scoglio del difetto di giurisdizione, ci aspettiamo un esito più che positivo dall’udienza per la trattazione nel merito già fissata per il 4 aprile”.