19 | 08 | 2019

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Finanziamento pubblico ad partitum

Finanziamento pubblico ad partitum, questa, in sintesi, la discussione in Parlamento sull'abolizione del finanziamento pubblico alla politica.
Con l'aumento dei tetti delle erogazioni liberali, 200.000 e 300.000 euro, c'è da scommetterci che aumenteranno anche i tetti delle agevolazioni fiscali per i "donatori".
In altre parole, soldi di tutti che serviranno per finanziare in maniera mirata quei partiti che potranno contare sulla generosità dei ricchi donatori.
 
Storia vecchia già bocciata, a proposito di referendum, nel 2000.
E sì, il referendum che nel 2000 voleva abrogare i rimborsi ai partiti, mantenendo però le erogazioni liberali e annessi benefici, fallì miseramente.