23 | 11 | 2017
L’Associazione Nazionale Giuristi Democratici, di fronte alla drammatica situazione che sta vivendo la popolazione greca,
considerate le condizioni poste dall’Unione Europea alla Grecia per proseguire nel piano di aiuti come inaccettabili, in quanto lesive della dignità e addirittura della possibilità di sopravvivenza del popolo greco;
considerato che l’idea democratica dell’Europa, obiettivo cui tutti i cittadini europei dovrebbero tendere, rischia di essere messa definitivamente in crisi da comportamenti e decisioni che privilegiano ancora una volta gli aspetti puramente economici rispetto ai profili umani e solidaristici che dovrebbero guidare ogni azione del governo europeo;
preso atto della dignitosa decisione di Alexis Tsipras comunicata ai suoi cittadini attraverso una drammatica lettera che è un esempio di chiarezza, lucidità e senso della democrazia, di affidare la scelta circa l’accettazione dei diktat dell’Unione Europea ad un referendum popolare;
ritenuto che detta decisione, unica democraticamente possibile in questa fase, appare però come frutto di un inaccettabile ricatto,
invita tutti i democratici a sostenere con forza la popolazione greca in questa fase difficile e drammatica della sua esistenza, insistendo con i propri governi perché si impegnino a trovare ancora una soluzione che consenta alla Grecia di proseguire in quell’opera di ricostruzione di uno stato ridotto alla miseria dagli errori dei precedenti governi e dalle imposizioni della troika.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI
Torino-Padova-Bologna-Roma-Napoli, 28 giugno 2015