20 | 09 | 2018

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Dove va la Costituzione?

   
 
A cura dell'Associazione Malcolm X
Dove va la Costituzione? 
I lavori della
Commissione Bicamerale per le riforme istituzionali

Analisi e commenti di: 

Domenico Gallo
Giovanni Russo Spena
Associazione Malcolm X 

In allegato floppy disk: 

Costituzione del '48;
il progetto di revisione licenziato dalla Bicamerale;
relazioni di maggioranza e minoranza;
altro materiale di documentazione sui lavori della Commissione. 
RGF
EDITORE 

ISBN 88-86821-08-5
Lire 10.000 
 

NOTA DI AGGIORNAMENTO

Gli interventi contenuti nella pubblicazione fanno riferimento al testo di revisione costituzionale approvato dalla Commissione Bicamerale il 30 giugno 1997. In seguito, tale testo è stato sottoposto ad ulteriore esame da parte della Commissione ed emendato in alcune sue parti. Il riferimento ad alcuni articoli va quindi semplicemente aggiornato alla nuova numerazione del testo emendato. Diverso è il discorso per quanto riguarda l'art. 56, che ad una prima lettura potrebbe apparire profondamente modificato, al tal punto da far ritenere fuori luogo l'intervento che lo analizzava nello specifico.
Ma nonostante queste modifiche, la pubblicazione mantiene intatta tutta la sua attualità. Per tutti i temi trattati, infatti, compreso anche il nuovo articolo 56 (si veda l'intervento contenuto in questa nota di aggiornamento), non vi sono state sostanziali modifiche, dovendosi piuttosto registrare un generale peggioramento del testo licenziato il 30 giugno.

Il nuovo testo, risultante dalla pronuncia della Commissione sugli emendamenti, è contenuto nel floppy-disk allegato alla pubblicazione: NEWPROG.WRI.

 

Franco Ragusa

 Chi parla più dell'art. 56?

 

Con la seduta del 24 settembre, la Commissione Bicamerale ha modificato il controverso articolo 56 votato a giugno. Come si ricorderà, con quell'articolo si faceva una scelta normativa per la quale, usando le parole del Sen. Pellegrino, "sarebbe - stato - possibile sostenere che, poiché qualcosa può essere fatto dai privati, è inibito al pubblico farla".

A sfumare questa rigidità, fortemente difesa dagli esponenti iperliberisti presenti nella Commissione, c'è stata la nuova formulazione che, però, a ben vedere, per quanto cambi la forma dell'articolo, rischia di non mutarne affatto la sostanza.
Il nuovo articolo è infatti un classico esempio di "politichese" che, se dovesse rimanere così com'è, procurerà non pochi problemi interpretativi ai professionisti del diritto pubblico:
"Nel rispetto delle attività che possono essere adeguatamente svolte dall'autonoma iniziativa dei cittadini, anche attraverso le formazioni sociali, le funzioni pubbliche sono attribuite a Comuni, Provincie, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà e differenziazione. La titolarità delle funzioni compete rispettivamente a Comuni, Provincie, Regioni e Stato, secondo criteri di omogeneità e adeguatezza."
Come rapportarsi, quindi, rispetto alla cosiddetta sussidiarietà orizzontale?

Quali limiti incontrerà il "pubblico" per esercitare le funzioni di cui è titolare di fronte ad un'attività privata adeguatamente svolta?
E quel "nel rispetto delle attività" a cosa fa riferimento?
Forse che sarà inibita, o reindirizzata verso i privati, tutta l'attività pubblica che potrebbe operare in cosiddetto regime di "ineconomicità", ai fini di un interesse pubblico da sostenere, laddove dovesse entrare in concorrenza "sleale" con le attività "adeguatamente" già svolte dai privati non finanziate alla stessa stregua?
Così, tanto per dirne una, come rapportarsi di fronte alla scuola privata "adeguatamente" svolta?

Non si sono forse affievolite un po' troppo in fretta tutte le voci critiche al vecchio articolo 56 ... praticamente riproposto?

 

 
Dove va la Costituzione? 
I lavori della
Commissione Bicamerale per le riforme
Indice 

Pag. 5 Premessa 

9 Domenico Gallo - Bicamerale: La controriforma della giustizia
15 F. Ragusa - Un risultato scontato
35 P. Ramazzotti - Autonomia nel privato e sussidiarietà nel pubblico: gli abbagli dell'art. 56
43 G. Russo Spena - La posta in gioco

--- 

47 Documentazione - Elementi di diritto costituzionale comparato: la revisione costituzionale
55 Per l'astensione al referendum unico