05 | 12 | 2019

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Pillole

Legge elettorale: Ci sono o ci fanno?

porcellum-1-e-2Piccolo promemoria sulla legge elettorale.
Porcellum: chi prendeva un voto in più otteneva la maggioranza dei seggi, quale che fosse la percentuale dei voti ottenuti, il 20 o il 50% era lo stesso.
Dichiarato incostituzionale, in quanto il premio di maggioranza poteva essere assegnato pur non avendo ottenuto una percentuale di voti minima.
Tradotto: se non hai la maggioranza dei voti, o comunque non raggiungi una percentuale importante di voti, con un voto in più non decidi neanche chi per primo tira i dadi a Monopoli. Così già parlò la Corte Costituzionale.

Due è peggio di uno

ScemoPiuScemoDiamo a Cesare quel che è di Cesare!
E sì, grazie alla determinazione di Salvini e Di Maio, portavoce il Presidente del Consiglio Conte, l'Italia ha spezzato le reni all'Europa.
Sono finiti i tempi delle decisioni prese altrove.
E i risultati possono essere toccati con mano.
Bocciato, Sì! bocciato, il candidato anti austerity alla presidenza della Commissione europea, e questo grazie anche al No italiano.
Promossa, Sì! promossa, grazie anche al sì italiano, la candidata rigorista.
A tra qualche mese, tutti sui social, ad inveire contro la cattiva Europa.

La manovra di Natale

M5S CostituzioneErano partiti per tagliare le pensioni d'oro, se la son presa a partire da quelle al di sopra tre volte la minima.
Erano partiti con il reddito di cittadinanza, sono finiti per varare una tessera di povertà per pochi e da utilizzare per spese morali (peraltro ancora non è finita, visto che il tutto diverrà nero su bianco con un futuro decreto).
Dovevano abolire la Fornero, hanno invece aperto solo delle finestre per un'uscita anticipata e finanziata solo per tre anni (con tutto quanto ne consegue riguardo all'assegno finale); e se provi ad arrotondare con qualche lavoretto, guai, perché non si può cumulare.
Erano partiti che con quota cento si sarebbero liberati tanti posti di lavoro per i disoccupati, ma poi hanno pensato bene di bloccare per tutto il 2019 le assunzioni nella Pubblica amministrazione.
Dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, e in effetti lo hanno fatto: non nel senso auspicato, ribadendone la centralità, loro che salivano sui tetti a difesa della Costituzione, bensì rendendolo inutile.
Cari grillini, ci si ferma qui, solo perché è Natale e siamo, non proprio tutti, più buoni.

Le regole del delitto perfetto

Salvini-tshirtSulla legittima difesa, la questione vera non riguarda i mezzi che potrebbero essere utilizzati per difendersi, bensì se sia lecito o meno poter eccedere nella legittima difesa. Arma da fuoco o altro che sia.
Esempio di delitto perfetto se si attuassero i propositi del Ministro Salvini.
Mi sta sulle balle Tizio; lo porto a cena a casa di Caio; Caio e Tizio non si sono mai conosciuti prima di quel momento; Caio colpisce Tizio con una coltellata alle spalle.
Cosa dovrà fare Caio per poter farla franca facilmente, nonostante l'evidente assenza di pericoli concreti per la propria incolumità?
Praticamente nulla.
Molto semplicemente, varrà il principio per il quale è sempre legittimo reagire nei confronti dell'intrusione di un estraneo.
Né più e né meno di quanto scritto su certe magliette sponsorizzate dal Ministro dell'Interno Salvini: l'offesa è la miglior difesa.

Chiti contro Renzi, ma il risultato non cambia

3-carteAl Senato il PD si spacca sul DL Chiti, una proposta peraltro vecchia che ricalca la bozza Chiti del 2007.
Come dire che si spacca sul nulla, visto che il risultato finale, rispetto al progetto renziano, non cambierebbe: il Parlamento irreversibilmente ridotto ad una sorta di scendiletto.
Ma ciò che però più sorprende di questa lite in famiglia, è che intorno al DL Chiti potrebbero trovare l'intesa tutti coloro che, ad oggi, si dicono ferocemente contrari all'accordo Renzi-Berlusconi.

Si stava meglio quando si stava peggio?

renzi-fazioQuesta sera Renzi è a porta a porta. Un paio di giorni fa da Fazio (ormai quasi di casa) ... com'era quella storia sulla par condicio, conflitto di interessi, Istituto Luce... ecc. ecc. ecc.?
Vogliamo indietro Berlusconi! Così, quanto meno, ci si ritrova in tanti ad arrabbiarci.

Ma Renzi e Berlusconi, lo sanno o se ne fregano?

leggetruffa2Tra la Germania e la Francia, o l'Inghilterra o gli USA, per i fondamentalisti della governabilità a tutti i costi non c'è dubbio: si scarta il modello tedesco e si scelgono gli altri tre paesi.
Tre sistemi istituzionali molto diversi, ma dove, vuoi per la forma di governo, o vuoi per la legge elettorale, non c'è nessun meccanismo in grado di assicurare un vincitore sicuro ed un governo senza problemi:
1) il democratico Obama vince ma deve fare i conti con un Congresso di diverso orientamento;
2) analoghi problemi con il semipresidenzialismo francese;
3) governi di coalizione, infine, formati dopo le elezioni, sono spesso la norma sia per la Francia che per l'Inghilterra.
A ben vedere, quindi, la ricerca di una legge elettorale in grado di arrivare ad un vincitore sicuro, costi quel che costi, è una peculiarità tutta renzùberlusconiana.

La Banda degli incostituzionali: "La Consulta ... chi?"

berluscorenziGioisca il Popolo delle primarie, Renzi e Berlusconi sono in perfetta sintonia per licenziare una nuova legge elettorale in grado d'impedire alle forze politiche minori di ottenere seggi (soglia di sbarramento all'8%; molte circoscrizioni elettorali con pochi seggi a disposizione, quindi anche più dell'8%). Non contento, infine, di questo pesante furto di voti, il BerluscoRenzi prevede pure un bel premio di maggioranza di circa il 20-25% (e se proprio non ci si arriva anche un bel doppio turno?).
 
Tutta questa elaborazione arriva, si badi bene, dopo la sentenza della Consulta contro l'alterazione profonda della composizione della rappresentanza democratica sulla quale si fonda l'intera architettura dell'ordinamento costituzionale vigente.
Sarà il caso di tentare di spiegarla con i disegnini?

Le colpe non sono di chi, come Renzi, guida

costa-concordiaDopo l'intervista di Renzi al Corriere, tutti a chiedersi il perché dell'accanimento giudiziario nei confronti di Schettino: anche la Concordia, diversamente dall'Arca di Noè, è stata costruita da "esperti" e non da dilettanti!

Incandidabilità: ma serve davvero?

padrinoRenzi, che non siede in Parlamento, incontrerà Berlusconi, che non siede in Parlamento, per discutere di legge elettorale.
Grillo, che non siede in Parlamento, ha a sua volta ribadito, con il discorso streaming di fine anno, quanto va sostenendo da marzo 2013.
 
No, solo per dire... ci si stracciano le vesti per fare una legge sull'incandidabilità, la più rigorosa possibile, tutto nella norma, però, se a dettare l'agenda di lavoro del Parlamento siano tre privati cittadini che, chi per un motivo, chi per un altro, non siedono in Parlamento.

PD: Sotto a chi tocca!

renzi-fascionChissà se ora ci si rende conto dello sgarbo supponente di quel "Rodotà chi?" che avrebbero potuto pronunciare i cognati di Stefano Fassina ...

Stato della Democrazia in Italia

biani-parlamentariL'anno si chiude con un sondaggio Demos dai risultati abbastanza prevedibili.
Dal 2012 sale decisa la fiducia nelle forze dell'ordine e la chiesa.
La percentuale di coloro che potrebbero tollerare un regime autoritario raggiunge il 30,5%.
Il 73,2%, infine, si dichiara favorevole all'elezione diretta del Presidente.
 
Commento a caldo di fine anno: cos'altro ci si poteva aspettare se la moda del momento è a chi urla di più l'eliminazione di un Organo elettivo e la riduzione complessiva degli strumenti di democrazia? Nonché l'ennesima pessima legge elettorale "Asso piglia tutto"?