12 | 12 | 2018

Versione CMS del sito www.riforme.net - Per gli anni precedenti, sito aggiornato al 9 aprile 2014 causa problemi al database

Associazione Per la democrazia costituzionale

TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA: MONOPOLIO O DEMOCRAZIA SINDACALE?

FORUM DIRITTI/LAVORO
 
SEMINARIO PUBBLICO
TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA: MONOPOLIO O DEMOCRAZIA SINDACALE?
 
 Roma, 25 febbraio - Centro Congressi Cavour  Via Cavour 50a - ore 15.30/19.00
 
Costituzionalisti, giuslavoristi, avvocati del lavoro e sindacalisti discuteranno del Testo unico sulla rappresentanza sindacale nel seminario pubblico che si terrà martedì 25 febbraio a Roma, presso il Centro Congressi Cavour, in via Cavour 50 A, dalle ore 15.30.

Leggi tutto...

Appello dei giuristi: Italicum peggio del Porcellum, fermatevi

La pro­po­sta di riforma elet­to­rale depo­si­tata alla Camera a seguito dell’accordo tra il segre­ta­rio del Par­tito Democra­tico Mat­teo Renzi e il lea­der di Forza Ita­lia Sil­vio Ber­lu­sconi con­si­ste sostan­zial­mente, con pochi cor­retivi, in una rifor­mu­la­zione della vec­chia legge elet­to­rale – il cosid­detto “Por­cel­lum” – e pre­senta per­ciò vizi ana­lo­ghi a quelli che di que­sta hanno moti­vato la dichia­ra­zione di inco­sti­tu­zio­na­lità ad opera della recente sen­tenza della Corte costi­tu­zio­nale n.1 del 2014.

Leggi tutto...

LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLA LEGGE ELETTORALE: QUALI CONSEGUENZE?

Aggiornamento: Tutti gli interventi del seminario sul Libera TV


L'Associazione nazionale Giuristi Democratici e l'Associazione Per La Democrazia Costituzionale invitano al primo seminario che affronta le prospettive aperte dalla importantissima decisione della Consulta

Leggi tutto...

Riforma della Costituzione, un appello ai Senatori

Nonostante la grande manifestazione popolare del 12 ottobre a Roma nella quale nulla di più eversivo è stato chiesto da giovani, anziani, giuristi, operai, partigiani e cittadini di ogni condizione e visione ideale che l’osservanza della Costituzione e il rientro nella legalità di ogni suo tentativo di riforma, il Senato ha precipitosamente messo all’ordine del giorno l’approvazione in seconda lettura del disegno di legge di deroga alla procedura di revisione costituzionale dell’art. 138.

Leggi tutto...

Atti del Seminario sulle Riforme istituzionali: metodo e contenuti

Con la presentazione al Senato del d.d.l. cost. n. 813, è iniziato un percorso che nel giro di diciotto mesi dovrebbe portare all'approvazione di uno o più progetti di legge di revisione costituzionale dei titoli I, II, III e V della Parte seconda della Costituzione. Per ottenere questo risultato si punta ad una procedura straordinaria in deroga a quella prevista dall'art. 138 per la revisione della Costituzione. Tale procedura ha suscitato numerose perplessità fra gli studiosi del diritto costituzionale ed in sede politica perchè attenua la rigidità della Costituzione che i padri costituenti hanno fissato per impedire revisioni affrettate o colpi di mano; perplessità rafforzate dai ventilati progetti di presidenzialismo.

Leggi tutto...

Art. 138, appello ai senatori: “Non tradite la Costituzione”

Caro Senatore,
Questa settimana è fissata la discussione del disegno di legge Costituzionale n. 813, recante “Istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali”, che giunge in aula, dopo essere stato esaminato con procedura d’urgenza dalla Commissione Affari costituzionali, che, per accelerare i tempi lo ha licenziato in seduta notturna. Tanta fretta non è sintomo di efficienza e non è giustificata dalla materia trattata, che ha per oggetto l’instaurazione di una procedura straordinaria per la revisione costituzionale, in deroga all’art. 138 Cost., allo scopo di agevolare una revisione profonda della Costituzione che investe i titoli I, II, III e V della Parte seconda, ma può estendersi anche alle garanzie giurisdizionali e costituzionali (titolo IV e VI) ed alla prima Parte.

Leggi tutto...

Seminario sulle Riforme istituzionali: metodo e contenuti

Con la presentazione al Senato del d.d.l. cost. n. 813, è iniziato un percorso che nel giro di diciotto mesi dovrebbe portare all'approvazione di uno o più progetti di legge di revisione costituzionale dei titoli I, II, III e V della Parte seconda della Costituzione. Per ottenere questo risultato si punta ad una procedura straordinaria in deroga a quella prevista dall'art. 138 per la revisione della Costituzione. Tale procedura ha suscitato numerose perplessità fra gli studiosi del diritto costituzionale ed in sede politica perchè attenua la rigidità della Costituzione che i padri costituenti hanno fissato per impedire revisioni affrettate o colpi di mano; perplessità rafforzate dai ventilati progetti di presidenzialismo.
I Comitati Dossetti e l'Associazione per la Democrazia costituzionale, avvalendosi della collaborazione di costituzionalisti e giuristi, intendono promuovere un proficuo confronto fra la cultura giuridica democratica ed i partiti presenti in Parlamento che si riconoscono nell'arco costituzionale.

Leggi tutto...